martedì 9 ottobre 2012

Corone e ricordi ..Zuppa di cipolle e mela rossa

Appese fuori sulla parete del porticato della mia casa romana campeggiano fiere, come coccarde rosse e dorate, corone di vario tipo: di aglio, di cipolla,  di peperoncino e pomodori. 
Stanno lì con un cipiglio un po' strafottente a guardare gli altri balconi inghirlandati di girandole e vecchi cd, formula pare di successo conclamato per mandar via qualche vecchio piccione che pigro sosta lì nei pressi. 
Così, quando al mattino tiro su la serranda per ritirare i panni asciutti o innaffiare le mie piante, sento il profumo inconfondibile di casa accarezzarmi le narici con quelle coloratissime e brillanti corone, tutte frementi e vezzose, intente a stiracchiarsi e cinguettare del viaggio lungo che hanno  fatto, dall'ultima punta più a Sud della Puglia fino a questo bizzarro cortile romano. 
Mentre Frida scappa a dirne quattro ad una farfalla che ha osato posarsi sull'edera senza il suo permesso,  chiudo gli occhi e ricordo mia nonna seduta sul muretto di casa, mentre lavora la corona di  fichi come un merletto e paziente mi spiega: 
"...perché le corone rendono la casa una regina e l'inverno meno freddo".

ZUPPA DI CIPOLLE  E MELA  ROSSA


Ingredienti:

4 cipolle sbucciate 
fior di sale integrale 
sedano 
1/2 mela rossa sbucciata 
1 c.no di conserva di pomodoro homemade (o concentrato) 
3 chiodi di garofano
1/2 spicchio d'aglio
3 tazze di brodo vegetale (ho usato quello ai funghi) 
pepe nero 
1 cucchiaio di farina di farro
olio extra vergine d'oliva Sante Le Muse

servire con 
crostini o tocchetti di pane fritto o taralli 

Tagliare le cipolle e la metà mela rossa a tocchetti piccini e sistemarle con un goccio d'olio assieme al  sedano a pezzetti , l'aglio e i chiodi di garofano in una pentola di coccio a fiamma bassa e far insaporire bene aiutandosi con il cucchiaio di legno.  Aggiungere un po' di brodo ( ho usato in questo caso il brodo ai funghi perché lo avevo in frigo  e  devo dire che il connubio è stato ottimo) e un cucchiaio di conserva di pomodoro homemade come nel mio caso o di concentrato di pomodoro e un pizzico di sale integrale fate cuocere con il coperchio aggiungendo di tanto in tanto il brodo.
 Quando le cipolle si saranno sciolte come la mela aggiungere il cucchiaio abbondante di farina di farro e amalgamate spegnendo ( cuocendola nella pentola di coccio la cottura procede anche se la fiamma è spenta) .
Servite con crostini o tocchetti di pane fritto o come nel mio caso, se volete essere più morigerati per via della dieta taralli appetitosissimi.


con questa ricetta partecipo al contest de la ginestra e il mare


15 commenti:

  1. Questa zuppa mi intriga molto! E con l'avvicinarsi del freddo (avviccinarsi perchè qui fa ancora caldo) la voglia di provarla aumenta!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero Dani in effetti non è che sia freddissimo neanche qui, ma avevo un po' di cipolle e il tempo si è riempito di nuvoloni e vento, probabilmente perché l'ho convinto con i miei sospiri e sbuffi d'attesa.. adoro la pioggia autunnale, quel fresco caparbio che ti fa mettere qualcosa sulle spalle e preparare una tisana calda mentre guardi nel cortile muoversi le foglie come nastrini colorati ..così ne ho approfittato per questo piatto coccoloso

      Elimina
  2. Non avevo mai visto questa zuppa con l'aggiunta di mela, deve essere molto buona! Il tuo blog è davvero interessante, ti seguo :)

    RispondiElimina
  3. L'idea delle corone di peperoncini è bellissima!

    Baci

    RispondiElimina
  4. In quanto a ricordi oggi non ce li siamo fatti mancare nessuna delle due!! L'idea dei cd per tenere lontani i piccioni... non la conoscevo. Dovrei provare se non altro per tentare di tenerli lontani dalle fauci di Mimma e Cleo, le mie miciacce. E l'idea delle ghirlande colorate sarebbe da tenere presente, vista la gran quantità di peperoncini e cipolle nate nel mio giardino! Questa zuppa è tutta da provare. I tuoi sono ricordi, per me un sapore da non perdere! Buona giornata!!

    RispondiElimina
  5. Devo togliere i peperoni perchè allergica , ma tutto il resto....una delizia.....

    RispondiElimina
  6. Questo post ci immerge in una bellissima storia fatta di colori, ricordi e dolcezza!

    RispondiElimina
  7. Sono affascinata da quella mezza mela da aggiungere....

    RispondiElimina
  8. Ciao mame cara, abbiamo preso in prestito la tua ricetta dei cuori di mele e cioccolato fondente, pubblicando il link della tua ricetta nel nostro ultimo post, nel caso non ti faccia piacere provvederemo alla rimozione!

    RispondiElimina
  9. La cosa che adoro è mischiare i sapori salati o acri con il dolce... Questa zuppa è deliziosa, dovresti inviarla a Bruce Springsteen ,...è pazzo di zuppa di cipolle!

    RispondiElimina
  10. Mi è tornata fame, come se dopo pranzo se ne fosse andata.. ma va'...
    Che belle parole compongono questo post, evocano il profumo di casa, di quel sud meraviglioso che io adoro e che vivo appena possibile..
    Quest'anno dopo 3 anni d'assenza, sono andata a fare le ferie nella mia amata Sicilia, ci sono colori, profumi e sapori che rimangono dentro...
    Ti ho riservato un premio, mia cara, spero tu passi presto a ritirarlo!!
    Un abbraccio stritoloso, e dane uno anche a bussola quando la vedi, sempre da parte mia!!!

    RispondiElimina
  11. Ciao, ho due premi per te!
    Dana et Dana

    RispondiElimina
  12. mela e cipolle...mmmmmhhh da provare!
    Un bacione e grazie mille!

    RispondiElimina